Blitz quotidiano
powered by aruba

Afghanistan. Drone Usa su covo Isis, uccisi 20 militanti

Almeno 20 militanti islamici sono stati uccisi sabato in un attacco di un drone americano sulla linea di confine tra Pakistan e Afghanistan. Lo riferiscono fonti di intelligence locali. Da quanto si e' appreso le vittime appartengono all'Isis.

AFGHANISTAN, KABUL – Almeno 20 militanti islamici sono stati uccisi sabato in un attacco di un drone americano sulla linea di confine tra Pakistan e Afghanistan. Lo riferiscono fonti di intelligence locali. Da quanto si e’ appreso le vittime appartengono all’Isis.

Il raid e’ avvenuto nel territorio della provincia afghana di Nagrahar vicino alla linea di frontiera che separa la regione pachistana di Khyber-Pakhtunkwa. Il velivolo ha colpito un covo dei jihadisti. Altri sette insorti sono rimasti feriti.

Il distretto di Achin, dove e’ avvenuto l’attacco del velivolo operato a distanza dalla Cia, e’ noto per la presenza di militanti dello Stato Islamico. La notizia non e’ tuttavia verificabile in maniera indipendente in quando l’area non e’ accessibile ai media.

 

 

 

Un drone della Nato e una bomba collocata dall’Isis hanno causato oggi la morte di 16 talebani nella provincia orientale afghana di nangarhar. Lo riferisce l’agenzia di stampa Pajwok. Il colonnello Hazrat Hussain Mashriqiwal, portavoce della polizia provinciale, ha indicato che il velivolo senza pilota operato dalla Nato ha realizzato un attacco nell’area du Ador del distretto di Khogyani, uccidendo undici militanti talebani senza causare vittime civili.

In un incidente separato, ha infine detto il portavoce, cinque seguaci dell’Emirato islamico dell’Afghanistan sono morti per l’esplosione nel distretto di Chaparhar di un ordigno collocato da militanti dell’Isis.