Blitz quotidiano
powered by aruba

Usa. Ansia, abuso farmaci cresce, impennata di overdosi

Gli Stati Uniti soffrono di ansia: l'uso e l'abuso di ansiolitici, in particolare di benzodiazepine, cresce spropositatamente nel Paese, con un'impennata di overdosi Valium, Xanax, e farmaci simili, che tra il 1999 ed il 2013 sono quadruplicate. A fornire i dati, senza per ora comprendere pienamente le ragioni dell'allarmante tendenza, è uno studio dell''Albert Enistein College of Medicine' di New York'.

USA, NEW YORK – Gli Stati Uniti soffrono di ansia: l’uso e l’abuso di ansiolitici, in particolare di benzodiazepine, cresce spropositatamente nel Paese, con un’impennata di overdosi Valium, Xanax, e farmaci simili, che tra il 1999 ed il 2013 sono quadruplicate.

A fornire i dati, senza per ora comprendere pienamente le ragioni dell’allarmante tendenza, è uno studio dell”Albert Enistein College of Medicine’ di New York’.

L’indagine ha rilevato che nel periodo considerato, il numero di ricette per l’uso delle pillole di ‘benzos’ – questo il termine slang americano – e’ triplicato. Ma secondo il rapporto pubblicato sulla rivista specializzata ‘American Journal of Public Health’, negli stessi anni le morti per overdose di questi farmaci, sono appunto aumentate di quattro volte.

“E’ diventato un problema di salute pubblica che prima era sfuggito alle rilevazioni – ha commentato l’autore principale della ricerca Marcus Bachhuber – le overdosi sono salite ad un ritmo piu’ alto dell’aumento delle prescrizioni per le stesse medicine, evidenziando che la gente le consuma in modo piu’ rischioso”.

Globalmente piu’ del 5% dei cittadini Usa acquista benzodiazepine ogni anno. Nel 2013, di tutte le morti registrate in Usa per overdosi farmacologiche, un terzo sono dipese da questi medicinali ansiolitici. L’incremento sembra pero’ essersi arrestato nel 2010. Lo studio non ha scoperto le cause dell’aumento delle overdosi, ed ipotizza che gli americani consumino ansiolitici per periodi piu’ lunghi che in passato, facendo salire cosi’ il rischio di overdosi.