Blitz quotidiano
powered by aruba

Siria. Kerry, con tregua la violenza ridotta del 90%

Il segretario di stato americano John Kerry ritiene che durante la tregua in Siria la violenza sia diminuita tra l'80 e il 90 per cento, un risultato "molto significativo", e che ha in programma di parlarne sabato con il collega russo Serghiei Lavrov.

LIBANO, BEIRUT – Il segretario di stato americano John Kerry ritiene che durante la tregua in Siria la violenza sia diminuita tra l’80 e il 90 per cento, un risultato “molto significativo”, e che ha in programma di parlarne sabato con il collega russo Serghiei Lavrov.

I colloqui indiretti di lunedì a Ginevra tra il regime di Assad e le opposizioni sotto l’egida dell’Onu dovrebbero svolgersi come previsto, ha aggiunto. Lo riferisce un pool di giornalisti al seguito di Kerry in Arabia saudita su cui hanno riferito le agenzie internazionali.

Kerry ha precisato che sabato ci saranno incontri di funzionari americani e russi a Ginevra e ad Amman per esaminare le accuse di violazioni alla tregua presentate dalle parti siriane.

“Ma abbiamo chiarito molto bene – ha aggiunto Kerry – che il regime di Assad non può usare questo processo come un modo per sfruttare la situazione, mentre altri cercano in buona fede di rispettarla. E da questo punto di vista c’è un limite alla pazienza”.