Blitz quotidiano
powered by aruba

Isis. Usa, crollata del 45% presenza su Twitter in due anni

USA, WASHINGTON – E’ diminuito del 45% in due anni il traffico dell’Isis su Twitter, una piattaforma ampiamente usata dal Califfato per la sua propaganda. Lo afferma il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti nell’ambito dell’attività di contrasto al terrorismo.

Anche la piattaforma guidata da Jack Dorsey, uno dei fondatori di Facebook, ha messo in campo strumenti di controllo:a febbraio il microblog ha detto di aver eliminato 125 mila account riconducibili allo Stato Islamico.

“Stiamo negando all’Isis l’abilità di operare online in modo indiscusso e stiamo vedendo un declino della presenza su Internet. Il pubblico anti-Isis sta acquisendo sempre più voce sui social network e questo non può che indebolire l’abilità dell’Isis di reclutare nuove persone”, spiega Michael Lumpkin, capo del Global Engagement Center del governo Usa.

A fine febbraio in un video l’Isis aveva minacciato i fondatori di Facebook e Twitter, Dorsey e Zuckerberg. le cui immagini erano avvolte dalle fiamme e perforate da proiettili, per minacce riguardo al blocco sui social network degli account riconducibili a estremisti.