Blitz quotidiano
powered by aruba

Sudcorea. Annunciato sito per nuovo scudo antimissistico usa

La Corea del Sud ha annunciato che il nuovo sofisticato scudo antimissile Usa, il Thaad, destinato a proteggere almeno i due terzi del territorio, verrà installato a Seongju, una cittadina rurale nel sud est del paese. La decisione crea tensioni con la Corea del Nord e la Cina, e viene inoltre osteggiata dagli abitanti dell’area.

Anche se non era stata ancora resa nota ufficialmente, che la scelta ricadesse su Seongju era nell’ aria e già i residenti, che temono controindicazioni per la salute, erano già sul piede di guerra, tanto che hanno già inscenato manifestazioni di protesta con la partecipazione di migliaia di persone. Seul e Washington hanno affermato di aver bisogno dei sistemi missilistici Thaad (Terminal High-Altitude Area Defense) per poter meglio gestire la crescente minaccia militare nordcoreana.

Lunedì scorso Pyongyang ha ammonito che avrebbe prese non meglio precisate misure quando il sito per il dislocamento dei missili Thaad fosse stato reso noto. Una volta che saranno operativi a Seongju, i missili, ha detto il vice ministro della difesa sudcoreano Ryu Je Seung, potranno coprire due terzi del territorio della Corea del Sud e proteggerlo da eventuali attacchi missilistici o nucleari da parte della Corea del Nord.

Tuttavia, Mosca e Pechino sono contrarie al dispiegamento dei sistemi Thaad perché ritengono che attraverso essi gli Usa possano meglio tracciare i missili in Russia e Cina. Seul e Washington a loro volta affermano che i Thaad saranno mirati esclusivamente verso la Corea del Nord.