Blitz quotidiano
powered by aruba

Turchia. Golpe fallito, Amnesty, ”prove credibili” torture ai detenuti

ROMA. Amnesty International ha raccolto “prove credibili” che i golpisti detenuti in Turchia “sono sottoposti a percosse e torture, incluso lo stupro, nei centri di detenzione ufficiali e non ufficiali. Lo scrive l’Organizzazione sul suo sito.

Amnesty chiede che sia data a osservatori indipendenti immediata possibilità di accesso a coloro che sono detenuti in tutte le strutture comprese caserme di polizia, centri sportivi e tribunali.

“I rapporti di abusi tra i quali percosse e stupri in detenzione sono estremamente allarmanti, soprattutto in considerazione della scala di detenzione vista nelle scorse settimane”, ha detto il direttore europeo di Amnesty John Dalhuisen, sottolineando che “è assolutamente necessario che le autorità turche fermino queste pratiche aberranti e permettano a osservatori internazionali di visitare tutti questi detenuti nei luoghi dove sono rinchiusi”.