Blitz quotidiano
powered by aruba

Confermata uccisione in Afghanistan di capo Isis Hafiz Saeed Khan

L’ambasciata afghana in Pakistan e anche una fonte della Difesa degli Stati Uniti confermano: Hafiz Saeed Khan, comandante dell’Isis in Afghanistan e Pakistan, uscito lo scorso anno dai talebani pachistani, è stato ucciso dal fuoco di un drone lo scorso 26 luglio. Lo riferiscono alcuni media, fra cui la Bbc.

La notizia della sua uccisione era stata data dai militari afghani l’8 agosto in seguito a quella che veniva presentata come una non meglio precisata operazione congiunta fra militari americani e afghani nella provincia afghana di Nangarhar nella quale il capo locale dell’Isis sarebbe stato ucciso con altri 30 miliziani.

Ma mancava ancora la conferma ufficiale, visto che già alcuni mesi fa era stato dato per morto ma era poi ricomparso. E anche se un portavoce dei militari americani in Afghanistan ha detto che la notizia deve essere ancora verificata, la conferma arriva dalla fonte del Pentagono. In questi ultimi giorni l’Isis afghano aveva continuato a negare la morte di Saeed Khan, affermando che a essere ucciso era stato un comandante minore.