Blitz quotidiano
powered by aruba

Giappone risarcisce dopo 75 anni schiave sesso sudcoreane sopravvissute

SUDCOREA, SEUL – Le donne sudcoreane sopravvissute che durante la seconda guerra mondiale furono costrette alla schiavitù da parte dell’esercito giapponese, riceveranno ciascuna un risarcimento di circa 100 milioni di won (circa 90.000 dollari). Mentre alle famiglie delle vittime decedute sarà data una somma di circa 20 milioni di won (18.000 dollari).

Lo ha annunciato il ministero degli esteri sudcoreano. I risarcimenti arriveranno da una fondazione lanciata dal governo sudcoreano lo scorso mese e finanziata dal governo giapponese.

Seul si aspetta che il governo giapponese trasferisca presto 1 trilione di yen (9,9 milioni di dollari) a questa fondazione. Secondo le autorità sudcoreane, delle 196 donne sottoposte a schiavitù dai militari giapponesi, conosciute come “donne di conforto”, ne sono sopravvissute solo 46. La questione e’ la più grande fonte di attrito nelle relazioni tra i due Paesi.