Blitz quotidiano
powered by aruba

Afghanistan. Rilasciata cooperante australiana rapita 4 mesi fa

AFGHANISTAN, KABUL – Una cooperante australiana rapita quattro mesi fa nella provincia orientale afghana di Nangarhar è stata rilasciata. Lo riferisce oggi l’agenzia di stampa Pajhwok citando un comunicato del ministero degli Esteri a Canberra.

Nel testo firmato dalla ministro Julie Bishop si conferma che Kerry Jane Wilson, 60 anni, che è stata rapita alla fine di aprile scorso, è stata rilasciata, ed è ora al sicuro ed in buone condizioni”. La donna fu rapita il 27 aprile da un gruppo di uomini armati nella sua residenza di Jalalabad. Non è noto se per il suo rilascio sia stato pagato un riscatto.

Sconosciuti hanno sequestrato ieri sera a Kabul una cooperante indiana di circa 40 anni dipendente di una ong internazionale, mentre il governo di New Delhi sta facendo ogni sforzo per cercare di ottenerne il rilascio. Lo riferisce oggi la tv Tolo News. Scarne le notizie sull’incidente, avvenuto nel quartiere di Qala-e-Fatullah dove in passato vi sono stati altri rapimenti. Per il momento si sa solo che la donna, originaria di Kolkata, si chiama Judith D’Souza e lavorava da tempo con la Aga Khan Foundation nella capitale afghana occupandosi dei problemi di genere.

Un’altra cooperante, indiana, dipendente di una ong internazionale è stata sequestrata da sconosciuti a Kabul e il governo di New Delhi sta facendo ogni sforzo per cercare di ottenerne il rilascio. Lo riferisce lunedi la tv Tolo News.

Scarne le notizie sull’incidente, avvenuto nel quartiere di Qala-e-Fatullah dove in passato vi sono stati altri rapimenti. Per il momento si sa solo che la donna, originaria di Kolkata, si chiama Judith D’Souza e lavorava da tempo con la Aga Khan Foundation nella capitale afghana.