Blitz quotidiano
powered by aruba

Pakistan. Donna ed amante uccisi e appesi ad un albero

PAKISTAN, ISLAMABAD – La polizia pachistana ha arrestato tre persone responsabili dell’uccisione di una donna e del suo presunto amante, i cui cadaveri sono stati poi appesi ad un albero della casa famigliare a Mian Channu, nella provincia orientale di Punjab. Lo riferisce Dunya Tv di Islamabad.

La vicenda, che ha riguardato Khalida Bibi, madre di tre bambini, e un suo cugino di 21 anni di nome Mukhtar, viene classificata dai media come caso di ‘delitto d’onore’, uno dei tanti che ogni anno si registrano in Pakistan.

La polizia ha reso noto che la donna è stata trovata in casa in compagnia del cugino e questo ha fatto infuriare il marito, Javed, che ha ucciso entrambi, aiutato dal padre stesso e dal fratello della giovane. Oltre 500 persone per lo più donne, ricorda l’emittente, muoiono ogni anno in Pakistan per mano di famigliari che giustificano gli omicidi come unico rimedio alla “vergogna” e al “disonore” legati a relazioni extraconiugali illecite.