Blitz quotidiano
powered by aruba

Thailandia. Ansia per condizioni re Bhumidol, borsa crolla

THAILANDIA, BANGKOK – La Borsa thailandese è scesa fino al 6,8% mercoledi a causa dei timori riguardo alle condizioni dell’anziano re Bhumibol Adulyadesh, 88 anni, definite “non stabili” nell’ultimo aggiornamento fornito dalla casa reale.

All’esterno dell’ospedale Siriraj di Bangkok, dove il sovrano è ricoverato, si è formata una folla di sudditi adoranti, e le voci su un presunto peggioramento si sono rincorse per tutta la giornata facendo precipitare l’indice borsistico, poi parzialmente risalito, con un indebolimento dell’uno per cento anche del valore della valuta nazionale, il baht, nei confronti del dollaro.

L’improvviso annullamento di un viaggio del premier Prayuth Chan-ocha a Chonburi e il suo precipitoso rientro a Bangkok hanno contribuito al clima di allarme. Nessuna comunicazione ufficiale sui motivi di tale decisione è però giunta dall’ufficio del primo ministro.

Bhumibol, sul trono dal 1946, è considerato una figura semi-divina e garante della stabilità della Thailandia. Negli ultimi dieci anni, il suo progressivo indebolimento fisico è stato accompagnato da crescenti divisioni politiche e sociali nel Paese.