Blitz quotidiano
powered by aruba

Tunisia. Da Usa aerei ricognizione e droni per controllo frontiere

TUNISIA, TUNISI – Il ministero della Difesa tunisino ha ricevuto recentemente dagli Stati Uniti un lotto di aerei da ricognizione e droni nell’ambito di un partenariato con il governo americano per un più efficace controllo delle frontiere con la Libia.

”Questo materiale verrà utilizzato dall’aviazione militare tunisina per la sorveglianza delle frontiere a sud del Paese e per intercettare ogni movimento sospetto”, ha detto il ministro della Difesa, Farhat Horchani, all’agenzia di stampa Tap, aggiungendo che queste acquisizioni hanno per obiettivo il sostegno aereo alle unità terrestri e marittime delle forze armate, in particolare in materia di controllo delle frontiere e di lotta al terrorismo.

Nello stesso contesto il ministro ha affermato che esperti americani e tedeschi sono attualmente al lavoro per mettere a punto l’installazione di un sistema di sorveglianza elettronica per le frontiere a sud-est della Tunisia, sottolineando che sono già stati compiuti passi avanti in questo senso. Secondo il Washington Post i droni Reaper Air Force partiranno da una base militare in Tunisia per l’offensiva aerea Usa contro l’Isis in Libia.

L’attività in questione secondo il giornale sarebbe iniziata alla fine del mese di giugno 2016 e la presenza di questa base in Tunisia farebbe parte della strategia di sicurezza Usa per la regione dell’Africa del Nord, dove si registra una crescita della presenza di gruppi terroristici.