Blitz quotidiano
powered by aruba

Il Dalai Lama predica in Mongolia sfidando l’ira della Cina

CINA, PECHINO – Il Dalai Lama ha predicato a migliaia di buddhisti in Mongolia nonostante la richiesta cinese di cancellare la sua visita, in un momento in cui la Mongolia sta cercando di ottenere un importante pacchetto di aiuti dal suo potente vicino.

Il Dalai Lama si è rivolto ai suoi fedeli nel monastero di Gandantegchenlin parlando del materialismo, all’inizio di una visita di quattro giorni che la Mongolia ha voluto esclusivamente religiosa, e senza alcun incontro istituzionale in agenda. Domenica il Dalai Lama ha cantato inni speciali ‘sutra’ in una grande struttura sportiva costruita da aziende cinesi con aiuti provenienti da Pechino.

La visita potrebbe avere ripercussioni sulle difficili relazioni tra la Mongolia e la Cina, che si era già opposta ad altre visite del Dalai Lama, chiudendo i confini nel 2002 e cancellando temporaneamente i voli da Pechino nel 2006. Il Dalai Lama vive in India dal 1959, dopo essere fuggito dal Tibet durante la violenta repressione di una rivolta contro il controllo cinese.