Cronaca Mondo

Melbourne, mamma denuncia: “Hanno fatto modellare una vagina in classe a mio figlio”

Melbourne, mamma denuncia: "Hanno fatto modellare una vagina in classe a mio figlio"

Melbourne, mamma denuncia: “Hanno fatto modellare una vagina in classe a mio figlio”

MELBOURNE – A Melbourne, Australia, una classe di adolescenti è stata obbligata a riprodurre la vagina con la plastilina, mentre l’insegnante spiegava la masturbazione. Marijke Rancie, la mamma di un ragazzino di 13 anni, racconta che il figlio è rimasto sconvolto e tornato a casa dalla scuola ha parlato dell’episodio.

La donna si è lamentata con le istituzioni scolastiche, scrive il Daily Mail, ma il dipartimento Victorian Education ha respinto il reclamo affermando che l’educazione sessuale è insegnata ormai da decenni e sostenendo che è improbabile che agli alunni e alle alunne venga insegnato come masturbarsi o come usare un dildo. Un portavoce del dipartimento ha poi sottolineato in una dichiarazione:

“Nella scuola secondaria, l’educazione sessuale è più focalizzata sulla pubertà, sul sesso protetto così da non contrarre malattie, sulla contraccezione, le relazioni sane, e la ricerca d’aiuto”.

La Rancie, che già aveva criticato il discusso programma Safe School gender, che vuole promuovere l’integrazione e spiegare il gender ai ragazzi, ora non accetta le dichiarazioni del dipartimento e sostiene che alla classe

“è stata distribuita la plastilina, scovolini per modellare l’organo sessuale con clitoride e le labbra. Mio figlio mi ha detto “mamma, è stato orrendo”.

To Top