Blitz quotidiano
powered by aruba

Al Baghdadi vuole completare piano Bin Laden: Entro 2022…

ROMA – Il capo dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi vuole completare il piano messo a punto da Osama Bin Laden per la conquista del mondo. Dovrebbe succedere entro il 2022 e siamo già al quinto di sette stadi. Al momento Isis e Al Qaeda si combattono ferocemente. In Siria il Califfato sta cercando di sottrarre territori ad Al Nusra, il braccio siriano di Al Qaeda e Al Zawahiri, erede di Bin Laden, è accusato di aver tradito la jihad. Ma stando all’analisi della rivista Foreign Affairs Review, i due movimenti sono destinati a riunificarsi. E la nuova alleanza sarà abbastanza potente da sfidare la leadership dell’Occidente.

Stando a questa tesi, le ragioni dell’inevitabile riavvicinamento sono sostanzialmente tre. Isis e Al Qaeda non differiscono per strategia di conquista e governo dei territori: entrambe agiscono secondo la più implacabile sharia e si basano sulle teorie di Abdullah Azzam formulate negli Anni 80. Secondo aspetto, niente affatto secondario, la rivalità attuale è puramente legata a ragioni di tipo personale: è una mera lotta di potere tra al-Baghdadi e Al-Zawahiri. Terzo, entrambi i gruppi terroristici stanno seguendo un piano di elaborazione mondiale elaborato nel 2005 da Saif al-Adl, il capo delle operazioni militari di Bin Laden.

Ma quali sono le fasi di questo ambizioso piano? Giordano Stabile sul quotidiano la Stampa le riassume così

LE SETTE FASI

1. Il Risveglio (2000-2003)  

Risveglio della nazione islamica «colpendo alla testa il serpente Stati Uniti» (coincide con l’11 settembre)

2. Apertura degli occhi (2003-2006)  

Trascinare Usa e alleati nelle guerre in Medio Oriente (coincide con la Seconda guerra del Golfo)

3. Alzarsi in piedi (2006-2010)  

Coincide con la nuova fase di operazioni e di espansione di Al Qaeda in Medio Oriente e Africa

4. Consolidamento (2010-2013)  

Al Qaeda deve radicarsi nei territori conquistati e prepararsi alla nascita del Califfato

5. Rifondazione del Califfato (2013-2016)  

Creare uno Stato islamico dall’Africa al Medio OrienteAl Qaeda, decapitata, non riesce a farlo, l’Isis prende il suo posto

6. Guerra totale (2016-2020)  

Il Califfato entra nella fase critica perché deve imporsi contro l’Occidente e contro i nemici interni all’Islam. È il momento più difficile

7. Vittoria finale (2020-2022)  

Il Califfato estende il suo potere su tutta la Umma islamica, in teoria dal Marocco all’Indonesia