Blitz quotidiano
powered by aruba

Albuquerque (Usa), bimba di 10 anni drogata, abusata, strangolata e fatta a pezzi

ALBUQUERQUE (USA) – Orribile omicidio ad Albuquerque, in New Mexico, Stati Uniti: una bambina è stata trovata uccisa nel giorno del suo decimo compleanno nell’appartamento di famiglia.

Secondo quanto ha dichiarato il governatore del New Mexico, Susana Martinez, la piccola è stata drogata, sottoposta a violenza , strangolata e accoltellata prima di essere fatta a pezzi. I suoi resti sono stati avvolti in una coperta date alle fiamme.

Sotto accusa sono finiti la madre, Michelle Martens, 35 anni, il suo fidanzato, Fabian Gonzales, 31 anni, e la cugina, Jessica Kelley, anche lei di 31 anni.

A fare la macabra scoperta è stata la polizia, allertata da una persona che aveva sentito strani rumori nell’appartamento. La madre ha scaricato tutta la colpa sul fidanzato e sulla cugina.

La bambina è stata identificata come Victoria Martens, studentessa delle scuole elementari Petroglyph di Aluquerque. Secondo quanto ha reso noto la polizia, alla piccola sono state iniettate metanfetamine, poi la bimba è stata violentata, strangolata e accoltellata, prima che i suoi assassini decidessero di fare a pezzi il suo corpicino e di darlo alle fiamme.

Il governatore del New Mexico Susana Martinez ha definito le sevizie e gli abusi subiti dalla bambina “indicibili” e ha aggiunto: “La giustizia deve colpire i suoi aguzzini come un martello”.

 


PER SAPERNE DI PIU'