Blitz quotidiano
powered by aruba

Allarme bomba: volo EgyptAir costretto ad atterraggio d’emergenza

IL CAIRO – Allarme bomba nella mattina di mercoledì 8 giugno a bordo di un aereo della compagnia egiziana EgyptAir. L’Airbus A 330-220, decollato dal Cairo e diretto a Pechino, è stato costretto ad una atterraggio di emergenza in Uzbekistan.

L’allarme è stato dato tre ore dopo il decollo dell’aereo in seguito ad una telefonata anonima alla sicurezza dell’aeroporto del Cairo. La compagnia aerea a quel punto ha informato il pilota e ha chiesto di fargli compiere un atterraggio d’emergenza nel più vicino aeroporto. Una volta atterrato all’Urgench International Airport, nell’est del Paese, i 118 passeggeri e i 17 membri dell’equipaggio sono stati evacuati e gli artificieri hanno cominciato il loro lavoro ispezionando i bagagli e i passeggeri.

Il numero molto alto di membri dell’equipaggio fa pensare che tra loro ci fossero anche addetti alla sicurezza. L’allerta per la compagnia aerea egiziana è alto dopo che lo scorso 19 maggio un suo Airbus con a bordo 66 persone è precipitato nel Mar Mediterraneo in circostanze misteriose. Le scatole nere sono state individuate a tremila metri di profondità e una volta recuperate potranno chiarire se il disastro è stato causato da una avaria o da una bomba a bordo. Tra le ipotesi ancora al vaglio degli inquirenti, anche quella di un complice dei terroristi in uno degli aeroporti in cui il volo Parigi-Il Cairo aveva fatto scalo prima di arrivare al Charles de Gaulle.

 

 


PER SAPERNE DI PIU'