Cronaca Mondo

Amelia Earhart, si riapre il mistero: la trasvolatrice forse morta in una prigione giapponese

Amelia Earhart, si riapre il mistero: la trasvolatrice forse morta in una prigione giapponese

Amelia Earhart, si riapre il mistero: la trasvolatrice forse morta in una prigione giapponese

ROMA – Amelia Earhart, si riapre il mistero: la trasvolatrice forse morta in una prigione giapponese. Un gruppo di persone su un molo in un paradiso incontaminato del Pacifico, sullo sfondo una barca che traina un relitto di quasi nove metri: una vecchia foto sgranata di 80 anni fa riapre il giallo di Amelia Earhart. Secondo alcuni esperti citati da History Channel, raffigurerebbe la leggendaria aviatrice americana scomparsa nel luglio 1937 con il suo navigatore Fred Noonan nel tentativo di circumnavigare il globo.

Se i due della foto fossero veramente Amelia e Fred, vorrebbe dire che i due americani sono sopravvissuti al disastro aereo. Un documentario di History Channel in onda domenica sostiene che i due, dichiarati morti due anni dopo dal governo federale, non furono inghiottiti dall’oceano durante la loro ultima tragica trasvolata. Non tutti ne sono convinti: “Non faccio una colpa a nessuno per voler sapere”, ha detto Dorothy Cochrane, responsabile del dipartimento di storia del volo aereo al Museo Nazionale dello Spazio di Washington, “la scomparsa di Amelia è uno dei grandi misteri del Ventesimo secolo perché lei era così famosa”.

La Earhart fu la prima donna pilota ad attraversare in solitaria l’Atlantico. Scomparve con Noonan il 2 luglio 1937 tentando di raggiungere l’isola di Howland nel Pacifico e i suoi resti, come quelli dell’aereo, non furono mai trovati. La foto è stata riscoperta ai National Archives dall’ex agente del Tesoro Les Kinney: mostrerebbe Amelia e Noonan, a suo avviso, in mezzo a un gruppo di persone su un molo dell’Atollo Jaluit delle Isole Marshall.

San raffaele

Analisti indipendenti che hanno esaminato l’immagine hanno confermato a History Channel la sua autenticità. Secondo Shawn Henry, ex vice direttore esecutivo dell’FBI e un esperto della Nbc, studiando la foto si è convinto che la donna dai capelli corti lì ritratta sia la celebre trasvolatrice. Non è peraltro chiaro come i due sarebbero finiti così fuori rotta.

Secondo il team investigativo al lavoro sul documentario, l’immagine sarebbe stata scattata da qualcuno che spiava per conto degli Usa sulle attività militari giapponesi nel Pacifico. History Channel sostiene che i due aviatori Usa furono poi catturati dalle forze nipponiche e morirono in prigionia nell’isola di Saipan, un’ipotesi su cui autorità di Tokyo si sono dette totalmente all’oscuro.

To Top