Blitz quotidiano
powered by aruba

Anthony Weiner, nuovo scandalo: foto e chat osé con una 15enne

NEW YORK – Anthony Wiener ci ricasca: un nuovo scandalo ha travolto l’ex deputato democratico statunitense e quasi ex marito della fedelissima braccio destro di Hillary Clinton, Huma Abedin. Ma questa volta rischia qualcosa in più della sua carriera, perché sarebbe coinvolta una ragazzina di appena 15 anni.

L’ex deputato, già caduto in rovina perché più di una volta beccato in chat erotiche e a mandare foto ammiccanti ad altre donne, è ora accusato di aver intrattenuto una relazione virtuale con una adolescente. I due avrebbero fatto sexting via Skype per almeno un mese, durante il quale l’ex politico le avrebbe chiesto di indossare uniformi scolastiche e di prendere parte a fantasie sessuali di stupro.

La studentessa, che per ovvie ragioni di privacy è rimasta anonima, ha confessato di aver iniziato a chattare col politico a gennaio, quando era ancora al secondo anno di liceo. Weiner, ha aggiunto, sapeva che la ragazza era minorenne ma ciò nonostante non si è tirato indietro. Le avrebbe inviato immagini a torso e si sarebbe vantato della sua bravura. In uno dei messaggi citati dalla giovane le avrebbe scritto: “Vorrei sfondare la tua *** stretta così forte e così spesso da farti zoppicare per una settimana”.

A stabilire il primo contatto via Twitter sarebbe stata la ragazza. Al New York Post racconta di averlo fatto per curiosità, conoscendo i suoi precedenti scandalosi. Dopo le chat, vennero le video chiamate su Skype: Weiner le avrebbe chiesto di indossare la gonna scozzese della sua uniforme scolastica per un gioco di ruolo in cui lui vestiva i panni di insegnante. 

“Ha avuto anche alcune fantasie di stupro. Di lui che si presentava a casa mia quando mio padre era fuori città”, racconta la ragazza al New York Post. “Poi mi avrebbe spogliata con la forza, chiedendomi se volevo essere dominata, e altre strane domande”.

La carriera politica di Weiner e il suo matrimonio sono già stati distrutti dai suoi flirt sessuali on-line. Lo scorso mese, altre voci di chat erotiche avevano spinto la moglie Huma Abedin, a lasciarlo. Quando nel 2011 fu costretto a chiedere pubblicamente scusa in lacrime, perché travolto dal primo scandalo, Abedin gli era rimasta accanto, presenziando al suo fianco in conferenza stampa.

All’epoca fu accusato da fonti anonime di aver mandato ad alcune giovani e avvenenti ragazze, sue fan conosciute solo sui social network, alcune sue foto, in cui mostrava il suo corpo muscoloso allo specchio. In una di queste, in particolare, appariva in mutande e si intuiva che avesse il pene eretto.

L’ultimo scandalo è saltato fuori quando la giovane, dopo mesi di chat spinte col politico, ha trovato il coraggio di raccontare tutto ad una insegnante. Poi ha scritto una lettera di confessione al padre. Ma la relazione sarebbe andata avanti fino a luglio con il politico che le avrebbe espressamente chiesto di ritrattare e di scrivere una nuova email in cui assicurava che il loro rapporto non fosse perverso come sembrava.