Blitz quotidiano
powered by aruba

Arrestata Sharbat Bibi la “ragazza afghana” del National Geographic: “Documenti falsi”

ISLAMABAD – La polizia ha arrestato a Peshawar (Pakistan nord-occidentale) Sharbat Bibi, la famosa rifugiata con gli occhi verdi immortalata in una celebre copertina del National Geographic. La scatto della cosiddetta ‘ragazza afghana’, realizzato da Steve McCurry, è diventato nel giro di poco tempo una delle foto più famose al mondo. Ora Sharbat Bibi finisce dietro le sbarre per una assai poco chiara vicenda di documenti falsi. 

Agenti della Agenzia federale di indagini (Fia) si sono recati a casa della donna e le hanno contestato il reato di falsificazione del Documento nazionale di identità computerizzato (Cnic) pachistano. Alla fine di febbraio 2015 i documenti di identità concessi a Sharbat Bibi e a due suoi presunti figli erano stati annullati perché ritenuti falsi.

Nel 1984 il fotografo Steve McCurry scatto’ la celebre immagine di Sharbat, allora 12enne, in un campo profughi di Peshawar dove era appena arrivata. La ragazza divenne famosa come la “Monna Lisa della guerra afghana”. Diciassette anni dopo, nel 2002, il reporter ritorno’ in Pakistan per cercare la giovane, rimasta anonima. La ritrovo’ sposata e con tre figli nel campo profughi di Nasir Bagh.

Nel nuovo scatto, pubblicato sul National Geographic, comparve con gli stessi occhi verdi magnetici che la resero famosa in tutto il mondo.