Cronaca Mondo

Australia, surfista attaccato da uno squalo: si salva prendendolo a calci e pugni

Il surfista Marcel Brundler

Il surfista Marcel Brundler

SYDENY – Un surfista in Australia si è salvato da un attacco di uno squalo di tre metri colpendolo a calci e pugni.

Marcel Brundler, 37 anni, se l’è cavata con qualche graffio sulla schiena, dopo che il grande squalo bianco lo ha attaccato per tre volte mentre cavalcava le onde davanti alla spiaggia di Cathedral Rock presso Lorne, 140 km a sudovest di Melbourne.

“Dapprima non mi sono preoccupato, vi sono molti delfini in queste acque, ma poi mi sono reso conto che era molto, molto più grande di un delfino”, ha detto Brundler alla radio nazionale Abc. “A un certo punto mi aveva nelle sue fauci. Io gridavo e tiravo pugni mentre mi attaccava. Ho sentito le sue zanne sull’anca e cercava di tirarmi giù con tutta la tavola, ho trovato la sua saliva sulla muta. Io gridavo e lo colpivo più forte che potevo e alla fine ha mollato, ma non voleva andarsene”, ha aggiunto.

Mentre lo squalo gli nuotava attorno, il surfista è riuscito a cavalcare un’onda e a mettersi in salvo. Brundler è rimasto notevolmente calmo dopo l’attacco, ha detto l’agente di polizia Mick Atkinson. “Lo squalo ha lasciato segni delle zanne sulla tavola da surf e gli ha strappato la muta, ma lui non ha riportato ferite, è stato davvero fortunato”, ha aggiunto.

To Top