Cronaca Mondo

Australia. Uccide e cucina la moglie, poi chiama elettricista: “Non vanno i fornelli”

Australia. Uccide e cucina la moglie, poi chiama elettricista: "Non vanno i fornelli"

Australia. Uccide e cucina la moglie, poi chiama elettricista: “Non vanno i fornelli”

BRISBANE – Prima ha ucciso la moglie, poi l’ha fatta a pezzi e ha cercato di cucinarla. I fornelli della sua cucina però non andavano e così l’uomo ha chiamato un elettricista, che ha fatto la macabra scoperta. Marcus Volke, australiano di 28 anni, ora dovrà rispondere dell’omicidio della moglie Mayang Pra, transessuale indonesiana, con cui era sposato da un anno.

L’omicidio di Mayang risale al 2014, quando la donna scomparì all’improvviso dalla loro casa di Brisbane, in Australia. A far scoprire il terribile delitto una telefonata di Volke ad un servizio di assistenza elettricisti dopo che mentre cucinava i resti della moglie il brodo si era rovesciato sui fornelli e aveva causato un malfunzionamento.

Una volta arrivato nella casa il tecnico si è insospettito per le bottiglie di candeggina, i grandi sacchi della spazzatura nera e i guanti di gomma, oltre ad un acre odore di carne cotta che l’assassino aveva imputato a della carne di maiale in cottura.

L’elettricista diede l’allarme e all’arrivo della polizia si tagliò la gola e morì dissanguato. Ora a distanza di tre anni dal terribile delitto è spuntata la telefonata agli elettricisti con nuovi inquietanti dettagli.

To Top