Blitz quotidiano
powered by aruba

Baghdad, incendio ospedale: muoiono 12 neonati

BAGHDAD – Dodici neonati sono morti nell’incendio scoppiato in un ospedale di Baghdad, provocato da un corto circuito. Lo ha reso noto il ministero della sanità iracheno.

I bambini si trovavano nel reparto prematuri dell’ospedale Yarmouk e sono morti soffocati, ha detto il portavoce del ministero della Sanità Ahmed al-Rdainy, citato dalla Cnn. Ventinove donne che hanno partorito la notte scorsa nell’ospedale sono state trasferite in altre strutture della capitale irachena.

La magistratura irachena ha chiuso un’indagine su accuse di corruzione nei confronti del presidente del Parlamento, Salim Al Jubury, lasciandole cadere come infondate. Lo ha reso noto il portavoce del sistema giudiziario, il giudice Abdul Sattar Bairaqdar. “Le prove presentate non sono state ritenute sufficienti”, ha sottolineato il portavoce. In precedenza, sempre oggi, Al Jubury e due deputati erano stati privati dell’immunità parlamentare in un voto da loro stessi richiesto per poter far fronte alle accuse. I tre erano stati chiamati in causa la scorsa settimana dal ministro della Difesa, Khalid al Obaidi, che li aveva accusati a vario titolo di corruzione nell’ambito di alcune commesse militari. Nei giorni scorsi ai tre indagati era stato imposto il divieto di espatrio. Il portavoce della magistratura non ha reso noto se e quali decisioni siano state prese nei confronti degli altri due deputati coinvolti.