Blitz quotidiano
powered by aruba

Baltimora, polizia uccide un altro afroamericano: “Ha rapinato banca”

WASHINGTON – La Polizia della contea di Baltimora, in Maryland, ha ucciso un altro uomo di colore nel corso di una sparatoria legata ad una rapina in banca. Lo riportano le autorità locali.

La Polizia della Contea di Baltimora fa sapere che l’uomo rimasto ucciso nel corso della sparatoria era al volante di un’auto sospetta fermata dalle forze dell’ordine e che la sparatoria ha avuto luogo nel pomeriggio di venerdì 24 settembre, nei pressi di Lutherville, circa 15 km a Nord di Baltimora.

A bordo dell’auto viaggiava anche un passeggero, anche lui afroamericano, che è rimasto ferito ma non è in pericolo di vita ed è stato arrestato. Stando a quanto riferito dalla Polizia i due sono sospettati di aver rapinato una banca poco prima e a pochi chilometri di distanza. Uno degli agenti coinvolti aveva una body-cam con cui è stato registrato l’episodio.

Ieri sempre a Baltimora un altro afroamericano è morto per mano della polizia. La vittima si chiamava Tawon Boyd, aveva 21 anni ed era disarmato. Cinque agenti, giunti nel suo appartamento dopo una segnalazione, lo hanno affrontato e immobilizzato a terra. Non è chiaro cosa sia successo: fatto sta che dopo alcuni giorni di agonia il ragazzo è morto. I familiari accusano: c’è stato un uso eccessivo e ingiustificato della violenza.