Blitz quotidiano
powered by aruba

Bimba Amish “regalata” a uomo: tre incriminati negli Usa

NEW YORK – Orrore negli Stati Uniti. Un uomo, Lee Kaplan, è stato arrestato con l’accusa di violenza dopo che nella sua casa sono state ritrovate 12 bambine e ragazzine di età compresa fra i sei mesi e i 18 anni. L’uomo ha ammesso di essere il padre di due di loro, della bimba piu’ piccola e di una di tre anni. La mamma, 18enne, è stata ceduta a Kaplan dai suoi genitori come segno di ringraziamento per averli aiutati in un momento di difficoltà finanziaria. La coppia è stata arrestata con l’accusa di complicità.

La polizia ha arrestato Kaplan, 51 anni, nella sua abitazione in Pennsylvania, a 50 chilometri da Philadelphia, dopo aver ricevuto denunce sulla stato di salute e sulla sicurezza dei numerosi bambini che vivevano nella sua abitazione. Giunti sul luogo gli agenti si sono trovati davanti 12 bambine. E Kaplan ha subito ammesso di aver avuto rapporti sessuali con la maggiore, che aveva allora 14 anni e che è diventata la mamma di due bambine. Interrogata dalla polizia, la ragazza ha detto di non essere sposata con Kaplan, al quale è stata ceduta dai suoi genitori. Il padre della ragazza è stato immediatamente ascoltato e arrestato insieme alla madre, che hanno ammesso di essere a conoscenza che la figlia aveva rapporti sessuali con Kaplan e aveva avuto due figlie.

L’uomo ha detto alla polizia di aver ceduto sua figlia a Kaplan per ringraziarlo dell’aiuto finanziario concesso, ritenendo che si trattasse di un’operazione legale dopo varie ricerche online. Kaplan e la coppia sono ora in carcere e le autorità hanno deciso per una cauzione da 1 milione di dollari. Tutte le bambine, secondo indiscrezioni, apparterrebbero alla comunità Amish della contea di Lancaster e la polizia al momento è alla ricerca di un esperto in cultura Amish che possa ascoltare e aiutare le bambine.

La prima denuncia contro Kaplan è stata presentata tre anni fa da alcuni vicini. ”Non posso crederci”riferisce uno di loro dopo la scoperta. Le bambine, affermano i vicini, non uscivano quasi mai e non andavano a scuola.


TAG: