Cronaca Mondo

Bolivia, mettono la madre moribonda nella bara e le fanno funerale. Ma è ancora viva…

Bolivia, mettono la madre moribonda nella bara e le fanno funerale: ma è ancora viva02
Bolivia, mettono la madre moribonda nella bara e le fanno funerale: ma è ancora viva01

Bolivia, mettono la madre moribonda nella bara e le fanno funerale: ma è ancora viva

LA PAZ – Hanno prelevato la madre moribonda dall’ospedale e l’hanno portata al suo funerale, ancora viva (sic!). Per 18 ore Carmen de Pilar Chacòn è rimasta nella bara, mentre parenti e amici le prestavano l’ultimo saluto, credendola già morta.

La vicenda raccapricciante si svolge in Bolivia, dove tre persone sono state arrestate con l’accusa di femminicidio. Si tratta di una delle figlie della donna, il marito di lei e una zia di lui. Secondo la stampa locale la donna, 64 anni, era ricoverata con un quadro clinico piuttosto disperato. I tre familiari, con una scusa sono quindi riusciti a farla dimettere, ma invece di portarla a casa l’hanno condotta direttamente in un’agenzia di pompe funebri dove avevano intanto organizzato l’estrema unzione.

Per 18 ore l’hanno lasciata incosciente nella bara, aspettando che morisse. Mentre i parenti ignari piangevano la cara estinta. Inizialmente anche il becchino è stato arrestato per complicità, ma poi è stato rilasciato per mancanza di prove. L’uomo ha spiegato all’emittente ATB l’accaduto: “Devo ammettere l’errore. E’ la prima volta che ci succede una cosa del genere. I parenti mi hanno mostrato un documento che dichiarava che la signora aveva gravi patologie a diversi organi. Mi sono commosso e ho accettato di organizzare il rito funebre”.

Secondo il quotidiano La Razòn, sarebbe stata un’amica di Chacòn ad accorgersi che la donna era ancora viva: “Mi sono avvicinata alla mia amica e ho visto che era viva” ha scritto sul suo profilo Facebook Escarly Ticona. In tv la donna ha poi raccontato di aver chiesto spiegazioni alla figlia di Chacòn e quella le aveva risposto: “Non posso portarla a casa perché ho una figlia”.

To Top