Cronaca Mondo

Brasile, poliziotti assaltano il Parlamento contro la pensione a 65 anni

Brasile, poliziotti in piazza contro riforma pensioni: scontri e irruzione al Congresso

Brasile, poliziotti in piazza contro riforma pensioni: scontri e irruzione al Congresso

BRASILIA – Poliziotti di vari stati brasiliani sono scesi in piazza nella capitale, Brasilia, contro la proposta di riforma delle pensioni voluta dal governo di Michel Temer. Martedì sera un gruppo di sindacalisti delle forze dell’ordine ha cercato di fare irruzione nel palazzo del Congresso, il parlamento brasiliano, rompendo alcune vetrate. Altri poliziotti hanno reagito usando spray urticanti e granate stordenti.

Gli agenti sono scesi in strada protestano contro l’inasprimento delle norme sull’età pensionabile, che prevedono di alzare l’età minima a 62 anni per le donne e a 65 per gli uomini. La riforma fa parte di un più ampio piano di austerità che il governo sta cercando di mettere in campo dopo la brusca frenata della crescita del Paese.

Il modello in vigore ha visto molti brasiliani andare in pensione a soli 55 anni, una volta acquisiti 25 anni di lavoro per le donne e 30 per gli uomini. Le proteste contro la riforma sono partite già nei mesi scorsi da parte di tutti i lavoratori.

 

To Top