Blitz quotidiano
powered by aruba

Brasile. Rio, boom casi di dengue, ma per Comune no epidemia

Oltre al virus zika, che sta colpendo migliaia di persone in tutto il mondo, Rio de Janeiro - che tra una settimana darà il via alle sfilate del Carnevale e ad agosto ospiterà le Olimpiadi - deve fare i conti anche con la dengue.

BRASILE, RIO DE JANEIRO – Come se non bastasse l’allarme per il virus Zika, che sta colpendo migliaia di persone in tutto il mondo, Rio de Janeiro – che tra una settimana darà il via alle sfilate del Carnevale e ad agosto ospiterà le Olimpiadi – deve fare i conti anche con la dengue.

E’ una malattia infettiva anch’essa causata dalla zanzara Aedes aegypti e che, quando si sviluppa in febbre emorragica, può provocare il rischio di morte.

Dal primo al 18 di questo mese la metropoli carioca ha già registrato 283 casi: l’anno scorso furono 165 in tutto il mese di gennaio. Nel 2015 le persone contaminate sono state 17.989, contro appena 2.644 del 2014.

Nondimeno, il segretario municipale della Salute, Daniel Soranz, ha dichiarato che la città dei prossimi Giochi non soffrirà un’epidemia di dengue. “Stiamo facendo controlli costanti e la gente è più responsabile”, ha poi precisato.