Blitz quotidiano
powered by aruba

Burkina Faso, strage Al Qaeda in hotel: 23 morti, 33 feriti

Burkina Faso: esplosioni e ostaggi in un hotel della capitale frequentato da occidentali e personale Onu

Secondo quanto riferisce la Bbc durante la serata di venerdì sarebbero esplose due autobomba, esplosioni seguite dall’assalto di 3-4 uomini armati e mascherati all’el Splendid vicino all’aeroporto internazionale della capitale.

Il commando che ha assaltato l’el Splendid ha inoltre preso degli ostaggi, secondo quanto riferito da un giornalista locale all’emittente panaraba Al Jazeera. Assalitori e forze di sicurezza, riferisce inoltre la Bbc, hanno ingaggiato uno scontro a fuoco.

Secondo il sito del francese Le Parisien, che cita fonti locali, a Ouagadoudou oltre all’el Splendid, il commando armato ha anche attaccato l’adiacente caffè Cappuccino, dove ci sarebbero delle vittime. Nell’esplosione delle due autobomba di cui riferisce Bbc alcune auto hanno preso fuoco e le foto mostrano fiamme alte che illuminano la notte davanti all’edificio di quattro piani dell’albergo frequentato da stranieri e da personale Onu.

L’unità di crisi della Farnesina si è subito attivata e ed è in contatto con la rete diplomatico consolare per verificare l’eventuale coinvolgimento di italiani negli attacchi.

L’el Splendid si trova vicino all’aeroporto internazionale e viene utilizzato talvolta dalle truppe francesi impegnate nella Operazione Barkhane, forza con base in Ciad allestita per combattere contro i militanti islamisti nella vasta regione del Sahel.

L’attacco ha tutte le caratteristiche di altri recenti attacchi contro strutture simili rivendicati dall’Isis o da altre formazioni jihadiste, come il recente assalto a un el frequentato da stranieri a Bamako, capitale del vicino Mali. Un Paese, quest’ultimo, con il quale il Burkina Faso condivide la partecipazione al cosiddetto gruppo G5 per il Sahel insieme a Mauritania , Ciad e Niger: una alleanza regionale contro le formazioni jihadiste, che non hanno confini. Ouagadougou, inoltre, insieme agli altri 4 membri prende parte all’operazione Barkhane, promossa dalla Francia ed erede dell’operazione antiterrorismo francese Serval, nel Mali, alla quale prendono parte dal 2014 circa 3.000 militari francesi ma che, a differenza della precedente, si estende anche ai paesi vicini, Burkina Faso compreso.

Immagine 1 di 4
  • Burkina Faso, autobomba e spari davanti el occidentali
Immagine 1 di 4

PER SAPERNE DI PIU'