Blitz quotidiano
powered by aruba

Burkina Faso. Misha e la madre morti al Caffè Cappuccino

Burkina Faso attentato: la tragedia nella tragedia della famiglia dell'italo-libanese proprietario del Caffè Cappuccino a Ougadougou

OUGADOUGOU – Gaetano Santomenna, il proprietario italo-libanese del Caffè Cappuccino nella capitale del Burkina Faso, era all’estero quando un commando di Al Qaeda ha attaccato anche il suo locale: ha perso tutta la famiglia, la moglie ucraina, il figlio di 9 anni e la cognata. “Era in Niger per lavoro”, racconta un suo amico libanese proprietario di ristorante a Marina Spironetti, una reporter free-lance che vive e lavora in Burkina e sta approntando le cronache dal posto per il Corriere della Sera. Una tragedia nella tragedia.

Victoria Yankovska, moglie di Santomenna, il loro figlio Misha di nove anni e la sorella di lei, Jana, sono tutti caduti sotto i colpi del commando armato che ha fatto irruzione nel locale. Secondo testimoni oculari, Victoria e sua sorella sarebbero entrambe morte sul colpo. Esplora il significato del termine: Il Cappuccino era il «sogno» di Ouagadougou. Un ristorante «all’europea», con tanto di panetteria annessa.

L’ho frequentato spesso, soprattutto durante i miei primi soggiorni in Burkina Faso. Cercavo qualcosa che mi facesse sentire a casa – e già il nome del locale, che il proprietario aveva scelto in omaggio alle proprie origini del sud Italia, sembrava essere una buona premessa.Il Cappuccino era il «sogno» di Ouagadougou. Un ristorante «all’europea», con tanto di panetteria annessa. L’ho frequentato spesso, soprattutto durante i miei primi soggiorni in Burkina Faso. Cercavo qualcosa che mi facesse sentire a casa – e già il nome del locale, che il proprietario aveva scelto in omaggio alle proprie origini del sud Italia, sembrava essere una buona premessa. (Marina Spironetti, Corriere della Sera).

Il cordoglio di Renzi. “Da padre, prima ancora che da premier, non ci sono parole per dire il dolore e il cordoglio di tutta l’Italia per questa morte, quella di una giovane vita recisa dall’odio”. Lo dichiara il presidente del Consiglio Matteo Renzi. Secondo quanto di apprende, il premier ha sentito al telefono Gaetano Santomenna, il padre del piccolo Michel ucciso assieme alla madre in Burkina Faso in un attacco terroristico.

Immagine 1 di 9
  • Burkina Faso, Farnesina: "Forse un italiano tra le vittime" (foto Ansa)Burkina Faso, Farnesina: "Forse un italiano tra le vittime" (foto Ansa)
Immagine 1 di 9