Blitz quotidiano
powered by aruba

Cane divorato da coccodrillo per salvare padrone epilettico

TREVISO – Il cane è finito divorato da un coccodrillo per difendere il suo padrone epilettico. La cagnolina si chiamava Precious ed era un pit-bull. E’ successo in Florida, a circa 200 chilometri a sud dalla località dove una settimana fa un alligatore ha ucciso il piccolo Lane Graves.

Precious era cane guida. Da sei anni era al fianco di Robert Lineburger, un veterano che soffre di epilessia. La pit-bull era allenata a riconoscere i segni di una crisi, e abbaiava al padrone che poteva lanciare l’allarme e sdraiarsi. Precious e Robert vivevano su una barca, lungo il canale Caloosahatchee, che unisce il lago Okeechobee al Golfo del Messico.

Come scrive Anna Guaita per Il Messaggero:

Una mite sera di aprile, Robert ha portato Precious per una passeggiata lungo il porticciolo del canale. E’ stato allora che un alligatore si è parato davanti ai due. La mancanza di illuminazione lungo il porticciolo ha impedito che i due vedessero l’animale fino a che non era troppo vicino per poter fuggire. Precious è subito balzata avanti per difendere il padrone, ma l’enorme rettile non si è tirato indietro, ha azzannato la cagna a una gamba, e nella lotta Precious ha perso: «E’ stata divorata – piange Lineburger in un’intervista alla locale stazione tv, WFTX -. Ma non voglio che la sua morte sia inutile. In questo porticciolo per legge ci dovrebbero essere luci, ma non ci sono. E gli alligatori sono diventati un rischio costante».

Lineburg aveva già denunciato l’attacco e la morte della propria cagnetta. Ma la sua storia è tornata di estrema attualità sull’onda della tragedia del piccolo Lane Graves, il bambino di due anni ucciso da un alligatore lungo un laghetto davanti a un elegante albergo di Orlando. Le tv della Florida hanno ripreso la sua vicenda e la stanno trasmettendo, come monito per le varie comunità: gli attacchi di alligatori sono diventati più frequenti, ed è necessario che la popolazione sia avvertita e sappia difendersi.