Blitz quotidiano
powered by aruba

Capacità di intendere: Redstone fece Mtv ma ora a 92 anni…

Capacità di intendere: per Sumner Redstone, magnate tv e padrone di Viacom e Cbs, una Dinasty familiare stile Caprotti. Un giudice deciderà

LOS ANGELES – Capacità di intendere: Redstone (capo Cbs), faida familiare. Sumner Redstone (nato Sumner Murray Rothstein), mitico magnate tv (la sua famiglia controlla Viacom e a scendere Cbs, Mtv…) di 92 anni, giusto un mese fa ha dovuto lasciare la presidenza esecutiva della Cbs all’ad Leslie Moonves: oggi deve affrontare la dura realtà di un processo (riferisce il Los Angeles Times) intentato dalla ex compagna Manuela Herzer (51 anni, cacciata di casa) per stabilire se sia ancora capace di intendere e volere.

Capacità di intendere a chi affidare la sua salute. Più correttamente un giudice – perché l’istanza è stata accolta – dovrà accertare se la decisione di Redstone di allontanare chi si occupava della sua salute è viziata da una insufficiente capacità di giudizio.

La successione era arrivata proprio in seguito ai timori sulla salute di Redstone e sulle sue capacità di continuare a gestire l’impero dei media. Redstone ha quasi l’80% dei diritti di voto in Cbs e Viacom. Manuela Herzer, cacciata nei mesi scorsi da casa, ha motivi più che comprensibili (dal suo punto di vista) per essere soddisfatta. In gennaio gli avvocati di Redstone avevano chiesto al tribunale di rigettare l’istanza di Herzer denunciando la violazione della privacy del magnate: “Quando saranno meglio  valutate le carte il giudice capirà che non è la salute di Redstone che interessa alla Herzer”.

Prigioniero in casa sua? I cui avvocati, all’opposto, rovesciano le accuse: “Redstone è prigioniero a casa sua a Beverly Park, lo stuolo di avvocati e manager non protegge la sua salute ma i loro interessi”. In silenzio è rimasta invece la figlia di Sumner, Shari Redstone: nel 2007 i media pubblicarono quella che è stata descritta come una faida familiare sulla governance delle corporation, seguita alla divulgazione del contenuto dell’accordo del primo divorzio di Redstone padre che lasciava interamente ai nipoti il trust proprietario. Per Shari era esplicitamente indicata come colei che avrebbe dovuto succedergli alla guida del gruppo dopo la sua morte.