Blitz quotidiano
powered by aruba

Cartolina impiega 50 anni per arrivare a destinazione

ADELAIDE (AUSTRALIA) – Cartolina ci mette cinquant’anni per arrivare a destinazione. E l’ufficio postale, australiano, si scusa.

La missiva era stata scritta nel 1066 ed indirizzata ad un italiano, Robert Giorgio. Per un motivo ancora ignoto non venne mai spedita, nonostante fosse già stata affrancata e avesse l’indirizzo scritto sopra. A trovarla, racconta Giovanni D’Agata sul sito Politicamente corretto, Tim Duffy, nuovo proprietario della casa, ad Adelaide, in Australia. Nella cassetta delle lettere, insieme alla bolletta del gas, Duffy ha trovato la cartolina. Sul cartoncino, scritto da qualcuno che si firma “Chris”, si legge:

“Mi sto divertendo molto. Il clima è molto umido… Ti chiamerò una volta raggiunta l’Inghilterra”.

La cartolina era stata inviata da Tahiti, isola nel Sud del Pacifico, ad Adelaide. Un po’ sbiadita, con qualche lieve macchia, si è conservata in ottimo stato, così come anche il francobollo.

Un portavoce dell’Australia Post, l’ente australiano delle poste, ha così commentato la vicenda:

“E’ chiaro qualcosa è andato storto 50 anni… Ci scusiamo per il disagio. Abbiamo un sistema, qui in Australia, in cui se una cosa è per voi e viene ritrovata, anche molto tempo dopo, vi viene recapitata”.

La notizia è stata riportata da Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che conclude:

“Questa storia ci accomuna ad altri Paesi. E’ proprio il caso di dire ‘tutto il mondo è paese'”.

 


PER SAPERNE DI PIU'