Blitz quotidiano
powered by aruba

Cecchino inglese uccide jihadisti con pallottole speciali

Il jihadista, colpito mentre illustrava le tecniche di esecuzione di fronte a un pubblico composto da una decina di persone, è stato colpito da circa 1200 metri con una pallottola speciale in grado ruotare su se stessa mentre viaggia verso il bersaglio, con l'obiettivo di mutilarlo.

ROMA – Nei giorni scorsi un comandante locale dell’Isis acquartierato nel nord della Siria è stato ucciso da un cecchino britannico grazie alle nuove tecnologie in forza all’esercito di Sua Maestà.

Il jihadista, colpito mentre illustrava le tecniche di esecuzione di fronte a un pubblico composto da una decina di persone, è stato colpito da circa 1200 metri con una pallottola speciale in grado ruotare su se stessa mentre viaggia verso il bersaglio, con l’obiettivo di mutilarlo.

Il colpo, alla nuca, è stato fatale e il boia del Califfato è stato ucciso sul colpo. Un testimone interpellato dal “Daily Mail” ha raccontato dettagliatamente l’accaduto: “A un momento il jihadista era lì, in piedi, e il minuto successivo gli è esplosa la testa. Il corpo è rimasto in posizione eretta, poi è caduto scatenando il panico. Tutti i suoi allievi che erano presenti sono fuggiti all’istante.”

La Gran Bretagna per ora ha rifiutato di intervenire contro l’Isis con truppe di terra, ma ha comunque schierato piccoli commandos per azioni “mordi e fuggi” contro formazioni isolate di jihadisti.


TAG: ,