Blitz quotidiano
powered by aruba

Cento rapinatori in contemporanea: via dai bancomat 12 mln

TOKYO – E’ caccia all’uomo in Giappone dopo che alcuni criminali in azione tra Tokio e Osaka si sono portati via 12 milioni di euro nel corso di alcune rapine coordinate durate diverse ore.

“Armati” di false carte di credito della Standard Bank del Sud Africa, con un attacco congiunto, i ladri hanno colpito 1.400 sportelli bancomat presenti in diversi konbini (termine usato per “Convenience Store”, una specie di minimarket).

La stampa giapponese racconta che i membri della gang internazionale, che si pensa siano circa 100, hanno fatto una nutrita serie di prelievi in meno di tre ore. Non è ancora chiaro come abbiano potuto prelevare una tale somma di contante così velocemente, dal momento che i bancomat solitamente hanno un limite sopra al quale non si può più ritirare il denaro.

La polizia giapponese non ha ancora confermato la rapina, ma la Standard Bank ha riferito di aver avuto una perdita di circa 13 milioni di sterline e ha definito il furto “una frode sofisticata e coordinata”.

Il quotidiano Yomiuri racconta che i prelievi sono cominciati nelle prime ore del mattino del 15 maggio, momento in cui le banche erano ancora chiuse. Questo potrebbe aver dato sufficiente tempo ai rapinatori di portare avanti la rapina multipla e lasciare il Paese prima che scattassero le ricerche da parte delle autorità giapponesi, ora in collaborazione con quelle sud africane. Rapine simili sono già accadute negli anni precedenti, incluso un cyber furto eseguito da due ladri che erano riusciti a disabilitare il limite massimo di prelievo in diversi bancomat del mondo.


PER SAPERNE DI PIU'