Blitz quotidiano
powered by aruba

Chapecoense, aereo precipita in Colombia: 71 morti e 6 sopravvissuti

SAN PAOLO – Un aereo è precipitato il 29  novembre a Medellin, in Colombia. A bordo del velivolo c’erano 81 persone tra passeggeri ed equipaggio. Se un primo bilancio parlava di 75 morti e 6 sopravvissuti, nella notte tra 29 e 39 novembre il bilancio delle vittime è stato rivisto al ribasso. Sono 71 i morti nell’incidente aereo che ha cancellato la squadra di calcio della Serie A Brasiliana del Chapecoense, proprio come accadde con la squadra di Superga.

Nel corso delle indagini sul disastro aereo è stato infatti accertato che quattro persone che si trovavano nella lista dei passeggeri non si erano in realtà mai imbarcate. Nessuno di questi quattro era un calciatore. In precedenza le autorità avevano comunicato che a bordo dell’aereo c’erano 81 persone e che il numero dei morti era 75, ma poi la cifra è stata ritoccata fortunatamente al ribasso.

Le quattro persone che non si sono imbarcate e che sono rimaste illese nell’incidente aereo sono quattro brasiliani: Luciano Buligon, sindaco di Chapeco’, Plínio de Nes Filho, dirigente della Chapecoense, Gelson Merisio, deputato statale, e Ivan Carlos Agnoletto, giornalista. Quattro persone fortunate che avrebbero potuto ritrovarsi senza vita o comunque coivolnte nell’incidente.