Cronaca Mondo

Charleston, licenziato dal ristorante spara e ammazza lo chef

Charleston, uomo armato in un ristorante prende ostaggi

Charleston, uomo armato in un ristorante prende ostaggi

CHARLESTON – Attimi di terrore a Charleston, in Sud Carolina, dove per diverse ore alcune persone sono state tenute ostaggio in un ristorante nel centro della città da un uomo armato poi rivelatosi un ex dipendente. Il bilancio è di un morto, mentre l’aggressore è stato gravemente ferito dalla polizia.

Si tratta di un cinquantenne afroamericano stando alle prime indicazioni, un ex lavapiatti che era stato licenziato ed era tornato nel locale per vendicarsi. E’ stato alla fine bloccato dalla polizia, ferito, trasportato in ospedale. Ma non prima di aver puntato la pistola, un revolver di piccola taglia che ha tenuto per tutto il tempo stretto nella mano sinistra, contro lo chef del ristorante ‘Virginia’ con cui pare avesse litigato e gli ha sparato. Lo chef non è sopravvissuto ai colpi mortali.

“Non è terrorismo, né crimine dell’odio, ma si tratta di un ex dipendente arrabbiato”, ha detto John Tecklenburg sindaco della città che fu teatro di una delle piu’ inquietanti stragi nella storia recente in Usa quando il giovane bianco Dylann Roof il 17 giugno 2015 fece irruzione in una chiesa della comunità afroamericana metodista e aprì il fuoco uccidendo nove persone.

L’allarme era scattato all’ora di pranzo, quando il ristorante in una delle zone piu’ frequentate di Charleston era pieno di clienti. Testimoni hanno raccontato di aver visto comparire nella sala da pranzo un uomo con addosso un grembiule, proveniva dalla cucina, aveva in mano una pistola ed esclamava: “Sono il nuovo re di Charleston!'”. Non è chiaro se a quel punto avesse già rivolto la sua rabbia contro lo chef, che probabilmente riteneva responsabile del suo licenziamento, ma intimava i presenti – circa 30 persone a quel punto – di rimanere a terra.

Intanto la Polizia aveva evacuato e transennato l’intera zona, mentre una squadra di esperti tentava una trattativa con l’uomo armato all’interno del ristorante, da cui aveva cominciato a lasciare andare alcune persone,clienti insieme con cameriere e parte del personale addetto alla cucina. Fino all’epilogo del tragico episodio, con la cattura dell’uomo da parte delle forze dell’ordine, che è rimasto ferito ed è stato ricoverato in ospedale dove resta in condizioni critiche. Poi la conferma della morte dello chef.

 

To Top