Cronaca Mondo

Chirurgia estetica, ritocco al viso va male, si ritrova cieca e con volto deformato

Chirurgia estetica, ritocco al viso va male, si ritrova cieca e con volto deformato

Chirurgia estetica, ritocco al viso va male, si ritrova cieca e con volto deformato

ROMA – Carol Bryan nel 2009 iniziò a sottoporsi ad alcuni interventi estetici al viso che prevedevano delle iniezioni di sostanze riempitive per le rughe. Dopo i primi trattamenti però qualcosa andò storto: la sostanza fu iniettata in una zona sbagliata e la fronte della donna diventò presto pesante e gonfia tanto da indurla a intervenire subito attraverso un intervento chirurgico riparatorio. Una decisione che però si rivelò sbagliata visto che dopo la seconda operazione di chirurgia estetica le cose peggiorarono e la donna si è ritrovata col volto deformato e soprattutto cieca da un occhio.

Una situazione, racconta il quotidiano britannico Independent, che ha sconvolto la vita della statunitense che per tre lunghi anni ha vissuto da reclusa nella sua casa in Florida a causa della vergogna per il suo aspetto, arrivando persino a pensare al suicidio.

Ad evitarle il drammatico gesto è stata una equipe di esperti che, valutando i suo caso, ha deciso di sottoporla a un intervento chirurgico ricostruttivo del viso. Così per la prima volta da anni la donna ha potuto riprendere in mano la sua vita e ora ha deciso si raccontare la sua storia per mettere in guardia gli altri dall’uso troppo sbrigativo di procedure estetiche potenzialmente dannose.

 

To Top