Blitz quotidiano
powered by aruba

Cina. ”Azioni decise contro forme indipendenza Hong Kong”

CINA, PECHINO – La Cina si muoverà con decisione contro qualsiasi forma di “indipendenza di Hong Kong”, dopo che il raggruppamento detto “pro-democrazia” è riuscito ad aumentare il potere di veto nel Consiglio Legislativo, il mini-parlamento, dove sono entrati alcuni leader del Movimento degli Ombrelli e “pro-indipendenza”, tra cui Hathan Law, di 23 anni.

I media di Pechino hanno rilanciato il monito dell’Ufficio degli affari di Hong Kong e Macao che fa capo al governo secondo cui “l’indipendenza di Hong Kong è contraria alla Costituzione nonché alle leggi di Hong Kong. “Sosteniamo fermamente il governo speciale di Hong Kong sulla definizione di sanzioni in linea con le norme”, si legge nella nota, ”in merito a possibili situazioni poco rispettose dello status quo”.

Il parlamentino dell’ex colonia britannica, composto in tutto da 70 legislatori, di cui 35 eletti con suffragio universale e 35 selezionati in un retaggio coloniale tramite gruppi di grandi elettori corporativi che tendono a essere pro-establishment o “pro-Pechino”, devono svolgere le loro funzioni e rispettare il loro mandato in aderenza con la Basic Law e il rafforzamento del “principio un Paese, due sistemi”. Il tutto, ”allo scopo unico di proteggere la stabilità e la prosperità di Hong Kong”.