Cronaca Mondo

Cina. Media, ”L’ Europa impreparata contro il terrorismo”

Polizia per le strade di Bruxelles

Polizia per le strade di Bruxelles

CINA, PECHINO – Dopo gli attacchi terroristici di Bruxelles, a soli pochi mesi da quelli di Parigi, l’Europa “non sembra preparata ad affrontare il terrorismo”: la spinta collettiva al contrasto “è più apparente che reale”.

Un duro editoriale del Global Times, il quotidiano in lingua inglese nato da una costola del People’s Daily, organo ufficiale del Partito comunista cinese, punta il dito contro un’Europa incapace di gestire una crisi sempre più acuta, appesantita dalla mancanza di coesione e strategie, e colpita a Bruxelles, il cuore delle sue istituzioni.

San raffaele

“Molti Paesi, sorpresi dalla realtà del terrorismo, sono inclini a prendere decisioni unilaterali per difendere i propri interessi. L’Europa – si legge – è sempre più divisa sulla crisi dei migranti come emerso dal “fatto che Angela Merkel, il cancelliere tedesco, è stata proposta per il Nobel della Pace per aver abbracciato i migranti, ma ha perso le elezioni in tre Laender in cui si è votato recentemente”.

Il terrore sta spingendo “la civiltà europea a una pericolosa fine”: la xenofobica ultradestra sta guadagnando popolarità. La tendenza mette la gente con un’origine da immigrati in posizione più svantaggiata, terreno fertile dei terroristi e “sta diventando una tendenza sempre più difficile da fermare”.

“L’Europa sta diventando un magnete per il terrorismo. I terroristi da fuori o dall’interno stanno prendendo pericolose azioni per istigare l’instabilità”. L’Ue ha fatto una lunga marcia per l’integrazione, “ma la sicurezza è un anello debole, lasciando la modernizzata Ue vulnerabile di fronte al terrore”. .

To Top