Cronaca Mondo

Cisgiordania, blitz esercito e 007 Israele: arrestati 25 capi di Hamas. Da Gaza lanciato razzo

Cisgiordania, Israele arresta 25 capi di Hamas

Cisgiordania, Israele arresta 25 capi di Hamas

TEL AVIV – A quarantotto ore dai morti palestinesi a Gerusalemme alla Spianata delle Moschee e quelli israeliani in una colonia vicina a Ramallah, i servizi segreti di Tel Aviv e l’esercito hanno arrestato nel corso di un blitz in Cisgiordania 25 membri di Hamas, tra cui anche alcuni funzionari e ufficiali di alto livello del settore della West Bank della organizzazione.

Secondo il quotidiano Israel Hayom, tra gli arrestati c’è anche un deputato, Omar Abd Al-Razak, notizia che però non è stata confermata dall’esercito. Forse proprio per reazione all’operazione dalla striscia di Gaza è partito un razzo diretto verso il territorio israeliano che è esploso in volo e non ha fatto vittime.

Dopo i tre morti di venerdì, è salito il numero delle vittime palestinesi con la morte di altri due manifestanti. Un giovane di 24 anni è stato ucciso, colpito da un colpo al petto, durante gli scontri scoppiati nel villaggio di al-Eizariya, nella periferia Est di Gerusalemme. Un altro sarebbe rimasto ferito dai proiettili esplosi durante la protesta, secondo il sito Ynet. Un quinto, 17 anni, è deceduto in seguito alle ferite riportate per l’esplosione di una bottiglia molotov a nord-ovest di Nablus. A queste cinque vittime si aggiungono i tre coloni israeliani accoltellati a Nevé Tsuf vicino Ramallah.

Benyamin Netanyahu ha convocato il gabinetto di difesa del governo per esaminare la situazione creatasi a Gerusalemme dopo la installazione di metal detector che hanno scatenato le proteste palestinesi e questi nuove tensioni. In una intervista alla radio militare il ministro della sicurezza interna Ghilad Erdan ha detto che vengono presi in esame anche altri sistemi di sicurezza, ma almeno per ora la polizia ritiene che i metal detector diano la maggiore affidabilità.

La scorsa notte, alla Porta dei Leoni della Città Vecchia sono anche state installate telecamere di sorveglianza. Dieci giorni prima tre arabi israeliani hanno ucciso due agenti di polizia, sparando loro a bruciapelo, per poi essere abbattuti a loro volta a pochi passi dalla Moschea al-Aqsa.

To Top