Blitz quotidiano
powered by aruba

Cleveland, tensioni fuori sede convention: arresti e 2 poliziotti feriti

CLEVELAND – Diversi arresti e due poliziotti leggermente feriti a Cleveland, davanti al complesso che ospita la convention repubblicana. Le forze dell’ordine sono intervenute inizialmente per sedare una lite tra manifestanti dopo che una bandiera americana è stata incendiata: sono scaturite tensioni e la protesta è rapidamente montata.

I dimostranti hanno cominciato a scandire slogan, sia contro il candidato repubblicano Donald Trump che a suo sostegno, mentre la Polizia è intervenuta in maniera massiccia, con agenti a cavallo e in assetto antisommossa, caricando anche in parte la folla assiepatasi attorno ad un gruppo di manifestanti, prima di bloccare l’intera zona rimasta poi isolata a lungo.

Tra i fermati ci sono anche alcune giovani donne, almeno quattro stando a quanto constatato dall’Ansa sul posto, che hanno continuato a scandire slogan anche durante l’arresto. La situazione è tornata poi alla normalità con l’accesso alla Quicken Loans Arena di nuovo praticabile dove a breve si darà il via alla terza serata della convention.

La presenza delle forze dell’ordine in zona risulta tuttavia potenziata rispetto ai giorni scorsi. In città è arrivato a sorpresa anche il candidato Donald Trump.

Immagine 1 di 4
  • Cleveland, tensioni fuori sede convention: arresti e 2 poliziotti feriti04
Immagine 1 di 4