Cronaca Mondo

Corea del Nord lancia missile intercontinentale: “Poteva colpire Los Angeles”

Corea del Nord lancia missile intercontinentale: "Poteva colpire Los Angeles"

Corea del Nord lancia missile intercontinentale: “Poteva colpire Los Angeles”

ROMA – La Corea del Nord ha lanciato nella notte tra venerdì e sabato un nuovo missile intercontinentale. La conferma è stata data da Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud, annunciando una nuova escalation nella crisi internazionale con il regime di Kim Jong-un. Il Pentagono è stato il primo a “confermare di aver rilevato il lancio di un missile balistico dalla Corea del Nord”. “Stiamo valutando la situazione e daremo ulteriori informazioni al più presto”, ha dichiarato il portavoce della difesa americana, il capitano Jeff Davis.

David Wright, fisico e co-direttore del programma di sicurezza globale della Union of Concerned Scientists, ha affermato che se i report su altitudine massima e tempo di percorrenza del missile sono corretti, la testata potrebbe avere un range teorico di almeno 10.400 chilometri. Ciò significa che avrebbe potuto raggiungere Los Angeles, Denver o Chicago. Il presidente Donald Trump in un comunicato ha condannato il test missilistico come minaccia al mondo, e ha respinto la tesi della Nord Corea secondo cui gli armamenti nucleari servono a garantirne la sicurezza.

L’Agenzia di stampa centrale coreana (Kcna) ha dichiarato che Kim ha espresso “grande soddisfazione” dopo che il missile Hwasong-14, lanciato per la prima volta il 4 luglio, ha raggiunto un’altezza massima di 3.725 chilometri e ne ha percorsi 998 chilometri prima di cadere nelle acque vicine al Giappone.    L’agenzia ha citato il leader nordcoreano affermando che l’ultimo lancio riafferma l’affidabilità del sistema Icbm (missile balistico intercontinentale, ndr) del Paese e ha confermato la possibilità di lanciare il missile in “regioni e località casuali e in momenti casuali” sull’intero continente statunitense.

Kim ha detto che il lancio di ieri ha inviato un “serio avvertimento” agli Stati Uniti, che hanno “suonato senza senso la loro tromba” con minacce di guerra e sanzioni più forti, ha detto la Kcna.

To Top