Cronaca Mondo

Dalai Lama. Bagno di folla per fine visita in Aruchal Pradesh

Il Dalai Lama

Il Dalai Lama

INDIA, NEW DELHI – Il Dalai Lama ha concluso martedi la sua visita di una settimana nello Stato indiano di Arunachal Pradesh, ed in particolare nella località di Tawang, al confine con la Cina, dove si trova un monastero che lo ospitò quando nel 1959 la guida spirituale dei tibetani in esilio fuggì dal Tibet. Lo riferisce l’agenzia di stampa Ians.

Come avvenuto nei giorni scorsi, altre migliaia di persone hanno atteso il suo passaggio per salutarlo e ricevere una benedizione sulla strada che lo ha condotto all’eliporto di Tawang da dove il Dalai Lama si è trasferito all’aeroporto internazionale di Guhawati, capitale dello Stato di Assam.

Prima del suo arrivo la Cina, che ha in Arunachal Pradesh rivendicazioni territoriali al confine con l’India, aveva esercitato forti pressioni sul governo indiano affinché la visita fosse cancellata. Ma New Delhi ha risposto ufficialmente sottolineando il carattere eminentemente religioso della presenza del leader spirituale tibetano.

Nei discorsi pronunciati nei giorni scorsi, il Dalai Lama, ribadendo la sua strategia della ‘via di mezzo’ riguardante una forte autonomia ma non l’indipendenza per il Tibet, ha perdonato il regime cinese per le atrocità commesse contro i tibetani, “simili a quelle di Pol Pot in Cambogia”.

To Top