Blitz quotidiano
powered by aruba

Dallas, cecchino ucciso dalla polizia con “robot-bomba”

DALLAS – Lo hanno ucciso con un “robot-bomba”, era l’ultimo cecchino di Dallas, l’unico rimasto ucciso. A terra rimangono 5 agenti di polizia uccisi e 6 feriti.

E’ il bilancio della manifestazione che, nelle intenzioni, doveva essere una sfilata di protesta contro i due uomini afroamericani uccisi dalla polizia in due distinte occasioni negli ultimi giorni: Philando Castile, ucciso durante un banale controllo in auto, e Alton Sterling, ucciso dopo che gli agenti lo avevano già neutralizzato e immobilizzato a terra.

La manifestazione si è svolta nel centro di Dallas, nei giardini Belo Gardens e nei Main Street Gardens, vicino a un grande albergo e a un garage multipiano da dove probabilmente sono partiti i colpi. È stata una imboscata, ha detto il capo della polizia di Dallas, David Brown: “Ambush style” sono state le sue parole. Alcuni agenti sono stati colpiti dalle pallottole nella schiena: “Date ai nostri uomini la forza di trovare gli assassini e portarli davanti al giudice questa notte stessa”.

La prima notizia è stata diffusa dalla polizia di Dallas sul suo account Twitter. La sparatoria è scoppiata intorno alle 20.58 ora locale (l’1.58 del mattino in Italia). In alcune riprese tv si vedono marciare i manifestanti, poi gli spari e un fuggi fuggi generale. Testimoni hanno riferito anche di feriti tra la folla. Di sicuro ne risulta uno in ospedale.


TAG: ,