Cronaca Mondo

Darjeeling in sciopero: è il primo in 156 anni, il prezioso tè sparisce dal mercato

Darjeeling in sciopero: è il primo in 156 anni, il prezioso tè sparisce dal mercato

Darjeeling in sciopero: è il primo in 156 anni, il prezioso tè sparisce dal mercato

ROMA – Il Darjeeling è uno dei tè tra i più pregiati del mondo. Le sue piantagioni di queste foglie molto ricercate che si trovano ai piedi dell’Himalaya, appena sopra lo stretto corridoio schiacciato tra Nepal e Bangladesh, risalgono a metà del 1800. Ora, per la prima volta in 156 anni, il Darjeeling tea scomparirà dal mercato mondiale all’ingrosso. Motivo: uno sciopero che da due mesi paralizza la produzione facendola crollare dalle 8,5 milioni di tonnellate del 2016 alle sole 2,5 di quest’anno.

Darjeeling, già dalla prossima settimana sarà assente sia dalle aste sia dalle vendite private, riferisce il Times of India. Un evento che avrà sicuramente ripercussioni anche in Occidente,dato che  a rifornirsi di queste miscele sono marchi internazionali come Twinings e Tetley.

Nei prossimi giorni saranno venduti gli ultimi lotti: l’asta numero 32, quella di metà agosto, dovrebbe essere l’ultima, rispetto alle consuete 42 che si svolgono ogni anno.

Lo sciopero è stato indetto in questo distretto del Bengala Occidentale in nome della liberazione dei Gurkha, l’etnia locale nepalese. La protesta nasce contro la governatrice locale Mamata Banerjee, che ha deciso di rendere la lingua bengalese una materia di studio obbligatoria in tutta la regione.

To Top