Blitz quotidiano
powered by aruba

David Bowie, fan tenta di uccidersi dopo notizia sua morte

TOKYO – A poche ore dalla sua scomparsa l’effetto Bowie comincia a produrre psicosi. E’ il caso di un giovane fan giapponese, Tomoki Shiota, che alla notizia della morte del suo idolo, ha tentato il suicidio. La tragedia si è sfiorata nella città di Sapporo, in Giappone, sulla più settentrionale delle isole che compongono l’arcipelago.

Secondo quanto riportato dal Japan Times, il giovane sarebbe stato fermato dinanzi al deposito di una azienda di spedizioni mentre urlava disperato e agitava in aria un taglierino affilato col quale minacciava di farsi del male. Fortuna che uno degli impiegati ha avuto la prontezza di intervenire, riuscendo così a disarmarlo.

Il ragazzo, un disoccupato di 25 anni, è stato poi preso in custodia dalla polizia. Agli agenti ha confessato il motivo dell’insano gesto: “Volevo uccidermi perché ero terribilmente scioccato dalla notizia della morte di David Bowie. E lo volevo fare in pubblico”.

Intanto non trapelano ancora indiscrezioni né sul funerale né sul testamento della rockstar scomparsa domenica scorsa, due giorni dopo aver compiuto 69 anni. Portava dentro di sé un male incurabile, un cancro al fegato, taciuto ai più e contro il quale ha lottato strenuamente. Pochi sapevano del suo male, ancora meno si sapeva che Bowie nei mesi precedenti alla morte era andato incontro ad un vero e proprio calvario, subendo persino sei attacchi di cuore, come ha rivelato alla Bbc la sua biografa Wendy Leigh. Nonostante ciò Bowie ha sempre combattuto e ha fatto di tutto per portare a termine il suo ultimo album, Blackstar, uscito lo scorso 8 gennaio, l’ultimo regalo al mondo nel giorno del suo 69esimo compleanno. Arrendersi non sarebbe certo il modo migliore per rendergli omaggio.