Blitz quotidiano
powered by aruba

Divorziata a sua insaputa, scopre dopo 20 anni di matrimonio

La scoperta casuale: in un documento per pagare le tasse il suo nome non risultava. Così Cristina Carta Villa ha indagato e ha saputo che il marito, Gabriel Villa, aveva divorziato da lei quattro mesi dopo le nozze

NEW YORK  –  Divorziata a sua insaputa: Cristina Carta Villa, 59 anni, ha vissuto gli ultimi vent’anni a fianco di un uomo, Gabriel Villa, 90 anni, che credeva essere suo marito, ma che invece quattro mesi dopo il loro matrimonio aveva inoltrato e portato a termine le pratiche per il divorzio. E tutto per non intestarle i suoi beni.

La coppia si era conosciuta nel 1994 ad una cena di amici. Poco dopo si era sposata con una cerimonia a New York. E tra New York e la Francia aveva passato gli ultimi vent’anni, facendo anche un figlio.

Per dedicarsi alla sua nuova famiglia Cristina Villa aveva lasciato il suo posto di docente di letteratura italiana al Boston College e aveva passato la vita al fianco del marito, o meglio, del presunto marito, avvocato e agente di viaggi, di 30 anni più grande di lei.

“Era assolutamente affascinante, e nonostante la nostra differenza di età fu amore a prima vista”, ha raccontato Cristina Carta Villa al New York Post. 

 

Ma quella era solo l’apparenza. Perché appena quattro mesi dopo il matrimonio, Gabriel Villa era andato nella Repubblica Dominicana e lì aveva chiesto e ottenuto il divorzio dalla moglie.

La donna sostiene di non averlo mai saputo, di averlo scoperto solo adesso, perché in un documento su alcune tasse da pagare il suo nome non compariva, e sostiene di essere stata vittima di una vera e propria frode. 

“Ho capito adesso che durante tutti questi anni di gioia e felicità ma anche di momenti difficili che abbiamo condiviso mio marito mi ha mentito. E’ quello che mi ferisce di più”,

ha confidato al New York Post la signora, che ha fatto causa alla sua ex dolce metà per impedirgli di vendere il loro appartamento da un milione di dollari che verrà probabilmente ereditato dalla figlia avuta dal signor Villa da una precedente relazione.