Blitz quotidiano
powered by aruba

Doraemon rischia di diventare fuorilegge in Pakistan

ROMA – Doraemon, il popolare cartone animato giapponese, rischia di essere messo fuorilegge in Pakistan.  Un deputato dell’opposizione pakistana, ha proposto di vietare i canali televisivi che trasmettono tutto il giorno i cartoni animati, in particolare la serie giapponese, ma si è esposto al ridicolo sui social media, ed è stato sottolineato il fatto che il paese ha ben altri problemi: corruzione, la povertà e i militanti islamici.

Malik Taimur, del partito di Imran Khan – politico e giocatore di cricket – ha sostenuto che i cartoni animati potrebbero avere un effetto negativo sui bambini.  Il Khan Pakistan Tehreek-i Insaf (PTI) detiene la maggioranza nella provincia nord-occidentale di Khyber Pakhtunkhwa, in prima linea nella lotta contro i talebani e altri militanti che uccidono centinaia di persone ogni anno.

La risoluzione, presentata in assemblea nella provincia del Punjab ha richiesto che “il governo federale chiuda i canali di cartoni animati, in particolare Doraemon o, quanto meno ne limiti la visione”.  “Hanno ripercussioni sull’educazione e sul benessere fisico dei bambini”.

Doraemon, noto in tutto il mondo, è un manga giapponese: un piccolo gatto robot blu che arriva dal futuro e grazie a una tasca quadridimensionale chiamata gattopone, piena di gadget speciali, rivoluziona la vita di Nobita, uno studente sfortunato, e della sua famiglia.

Molti episodi sono centrati sui valori morali e la serie è stata tradotta in più di 30 lingue. Nel 2008, è stato nominato “ambasciatore degli anime nel mondo”, dal Ministro degli Esteri giapponese Masahiko Komura per promuovere la cultura e l’industria dell’animazione fuori dal Giappone.

Dopo che il membro del partito di Khan ha presentato la petizione, in Pakistan su Twitter è stato lanciato l’hashtag #PTIvsDoraemon con molte persone pronte a chiedersi perché il partito non si è concentrato su questioni più urgenti come la a, la corruzione e la povertà.
“In un paese in cui rapimento di minori e l’abuso è dilagante, il PTI decide di fare la voce grossa per la vera minaccia che i nostri bambini devono affrontare: Doraemon”, ha scritto su Twitter Assad Zulfiqar Khan.
Un altro utente, Adeel Hussain, ha commentato:”Quando finalmente eliminerai la povertà, la fame, la corruzione? Evidentemente, non hai niente di meglio da fare #PTIvsDoraemon”.