Cronaca Mondo

Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni

  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni01
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni02
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni3
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni04
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni05
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni01
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni02
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni3
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni04
  • Due sommmergibili nucleari, schianto su coste inglesi. Segreto per 40 anni05

LONDRA – Nel 1974, in piena Guerra Fredda, due sommergibili nucleari, uno americano e l’altro sovietico, si schiantarono sulle coste dell’Inghilterra, in quello che fu considerato un incidente così grave da poter provocare una terza Guerra Mondiale. Alcuni documenti ufficiali, svelati recentemente dalla Cia, hanno infatti rivelato la collisione tra i due sottomarini, che stavano effettuando una manovra nelle acque di Holy Loch in Argyll, in Scozia.

L’incredibile incidente accadde quando le due potenze erano impegnate in un non indifferente scontro politico, ma rimase nascosto per più di 40 anni: come riporta il Times, infatti, è stato solo all’inizio di gennaio che la Cia ha pubblicato sul suo sito una serie di documenti, 13 milioni di pagine, incluso l’incidente tra i due sommergibili.

Al tempo della collisione, il sottomarino James Madison, che trasportava 160 testate nucleari, stava lasciando la base della marina americana ad Holy Loch; poco dopo la manovra, il segretario di stato Henry Kissinger ricevette un messaggio “segreto”, in cui veniva avvisato che il Pentagono era stato appena informato di una “collisione tra un sommergibile Poseidon e uno Soviet”.

Hans Kristensen, esperto di armi nucleari, ha riferito al Times che l’incidente potrebbe aver causato il lancio delle testate nucleari e l’affondamento di entrambi i sottomarini, causando la morte di tantissimi marinai, sia americani che sovietici. “Uno degli equipaggi potrebbe aver scambiato la collisione con un attacco, decidendo così di difendersi e di fare affondare l’altro sommergibile” ha spiegato Kristensen.

La notizia arriva dopo le accuse rivolte a Theresa May, accusata da Nina Griffith, segretario alla Difesa, di coprire un test nucleare fallito; la Griffith si è detta “preoccupata per una carenza di informazioni e trasparenza” da parte del ministro, esortandola a fare luce sul fatto, scrive il Daily Mail.

A giugno del 2016, un missile Trident II D5 disarmato è finito fuori traiettoria dopo essere stato lanciato in Florida da un sommergibile della Royal Navy. Il test, effettuato qualche settimana prima del voto cruciale sul rinnovo del Trident, è stato motivo di grande imbarazzo per il Primo Ministro, costretta poi ad ammettere il fallimento.

L’ammiraglio Lord West, ha ironicamente riferito che una telefonata a Vladimir Putin e alle spie del Kgb rivelerebbe certamente di più di quanto abbia fatto finora la May. In un attacco al Governo, l’ex “Fist Sea Lord” ha commentato la vicenda dicendo: “E’ sciocco pensare che i dettagli di questa storia non sarebbero mai emersi”.

 

To Top